CLASSI SECONDE: ATTIVITÀ PROPEDEUTICHE ALL’ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

Per le classi seconde i Consigli di Classe pianificano e attuano un percorso educativo-formativoorientativo,
al fine di definire meglio le caratteristiche del percorso formativo ed incrementare la
consapevolezza della scelta fatta dagli studenti dei percorsi scolastici; le attività possono prevedere:
· interventi formativi di altri docenti dell’Istituto;
· interventi formativi di esperti esterni;
· visite aziendali
· attività laboratoriali.
Per l’indirizzo commerciale, piccole simulazioni di ricerche di mercato, preparazione e realizzazione di
visite guidate, predisposizione e attuazione di presentazioni multimediali su tematiche inerenti la
conoscenza del territorio, l’economia globale e sostenibile, il consumo critico.
Per l’indirizzo socio-sanitario, da alcuni anni è in atto con le scuole dell’infanzia del Comune di Milano
una collaborazione che può considerarsi propedeutica all’alternanza Scuola/Lavoro delle classi seconde.
Il suo carattere precipuo è quello di essere al tempo stesso attività espressiva (i ragazzi fanno e
costruiscono teatro), motivante (il primo contatto coi bambini costituisce un'esperienza sempre
veramente forte e coinvolgente) e professionalizzante (i ragazzi apprendono tecniche di animazione e
gestione dei gruppi). D’altro canto, i bambini della scuola dell’infanzia vivono un’esperienza
stimolante, sia dal punto di vista educativo (il teatro ‘povero’, creato dal nulla e rispondente ai loro
bisogni di conoscenza), sia dal punto di vista relazionale (l’incontro con gli studenti ‘grandi’ ma pur
sempre dei ‘pari’, ovvero confinanti a livello generazionale). La magia del teatro, per quanto semplice e
naif, permette comunque loro di volare con la fantasia e proiettare paure, ansie e desideri,
identificandosi nei vari personaggi. Personaggi con i quali, al termine della recita, i bambini possono
poi a lungo parlare e soprattutto giocare liberamente, come con dei fratelli e sorelle maggiori. L’attività
del laboratorio parte a settembre, con l’inizio del nuovo anno scolastico. Dopo aver scelto lo spettacolo
da rappresentare, gli alunni (mettendo così in atto abilità e competenze di tipo cognitivo, linguistiche,
grafiche, espressive e manuali) stendono il copione, creano, con l’aiuto anche del docente di Disegno, i
fondali, scelgono le musiche con la docente di Musica, preparano tutto il materiale necessario alla
messa in scena, compresi gli abiti, e naturalmente iniziano le prove, per settimane e mesi, fino al grande
giorno della recita presso le scuole dell’infanzia del territorio.
Tutte le attività delle classi seconde sono trasversali e finalizzate a sviluppare le competenze di
cittadinanza.